Navigation Menu+

Le Grotte di Pastena

Presso Minturno, a 20 km dalle stupende spiagge di Formia, attraversando il confine che divide la provincia di Latina da quella di Frosinone, si arriva al paese di Pastena. Proprio qui è situato uno storico castello d’origine volsca, un luogo tornato allo splendore nel 1227, grazie all’amministrazione della dinastia dei Del Drago. Questa località è stata resa famosa dalla presenza di alcune delle più interessanti grotte di origine classica.

L’opportunità di visitare queste grotte permette di godersi un ambiente naturalistico dai paesaggi straordinari, oltre a poter soddisfare le esigenze spirituali riportate in vita da una coscienza religiosa antica che porta intrinseca in se stessa una specifica presenza divina. È realmente difficoltoso non percepire questa forza spirituale, almeno in modo inconscio, apprezzando i luoghi che si perdono nel tempo tra l’era paleolitica e altre epoche arcaiche che hanno visto questi luoghi come insediamento primario delle popolazioni locali che desideravano proteggersi dal clima inclemente e da altre problematiche territoriali.

L’opportunità di visitare queste grotte, offre ai visitatori il modo di apprezzare un ambiente completamente naturale che ha visto la sua formazione milioni di anni or sono e all’interno del quale l’influenza umana è rimasta limitata solamente alla costruzione di un itinerario sicuro che si svolge all’interno di queste formazioni rocciose.

I visitatori apprezzeranno questa grotta dall’esterno vedendola come una caverna dalle dimensioni enormi, con la presenza di un corso d’acqua che ne ha definito la forma attraverso la sua azione erosiva ripetuta durante i millenni. Una volta entrati all’interno della grotta si noterà immediatamente la divisione dello spazio in due tronconi separati: quello fossile e immediatamente visibile, della lunghezza approssimativa e 900m, consente un’escursione dettagliata della grotta e delle sue svariate cavità (sala del salice piangente, sala delle colonne, sala dei piastrelli, sala delle meraviglie, sala del calvario) e l’opportunità di godersi tutte le principali attrazioni offerte da questo luogo. Il secondo spazio è definito dal Fosso Mastro, al quale è possibile accedere attraverso una scalinata completamente sicura della lunghezza di 200m e che vede il suo termine nella Valle del Sacco a Falvaterra, dopo una passeggiata di oltre 2.000m.

1images 2acqua 3grotte_pastena745_1 4gep08_pastena_grotte 5grotte_pastena745_2 6_46369_le_grotte_pastena 7stalattiti 8grotte_frasassi_01big